Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

L'arte che fa concorrenza alla realtà

Tina Marzo espone le sue “illusioni” presso il Castello Aragonese dall'8/12/2017 al 14/01/2018.

Dettagli della notizia

Il ricco programma dell’Alba dei Popoli quest’anno propone una mostra molto interessante e innovativa presso il Castello Aragonese di Otranto, L’arte che fa concorrenza alla realtà. Dall’8 dicembre 2017 al 14 gennaio 2018 Tina Marzo, un'artista iperrealista e anamorfista, espone le sue “illusioni”.
L’artista salentina realizza una serie di disegni distorti a mano libera ottenendo una simpatica e straordinaria illusione ottica che inganna la mente con personaggi e oggetti che fuoriescono dal foglio di carta o galleggiano su di esso, entrando, così, in relazione con lo spazio reale circostante. Sarà poi la precisa angolazione e inclinazione di un obiettivo a ricomporre magicamente l’immagine. Da qui nascono delle vere e proprie installazioni che permettono al visitatore di interagire e immortalare la bizzarra situazione in cui ci si trova.

BIOGRAFIA
Tina Marzo nasce a Minervino (Le) nel 1974, si diploma nel 1992 presso il Liceo Artistico di Lecce e nel 1997 completa gli studi artistici con il corso di pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. Da sempre nutre un’intensa passione per il disegno e la pittura, utilizzando qualunque supporto.
Inizia il suo percorso artistico acquisendo negli anni grande esperienza e sostenendo sempre che l’arte è l’aratro dei suoi sogni.
Sceglie la corrente iperrealista e con occhio attento ritrae momenti ed ambienti legati alla vita quotidiana, volti a lei cari, dipinti con una tecnica sbalorditiva per la nitidezza e l’accuratezza con cui essi vengono trasferiti.
I pastelli, fonte di vita della Marzo, dettano il passo al suo percorso; i gialli, i rossi, i verdi, i viola, appaiono così provocanti da far intuire, a chi pone un’attenta riflessione, che la realtà è solo apparentemente banale, in quanto è abilmente mistificata dall’artista, che riesce a passare con facilità da un genere all’altro.
La sua passione cresce negli anni e la introduce a nuovi modi di fare arte: il disegno anamorfico tridimensionale. 
Tina Marzo partecipa alle più importanti mostre d'arte nazionali ed internazionali, vincendo anche il premio Arte Salerno 2016, premiata da Marisa Laurito, e selezionata da Vittorio Sgarbi nella rosa dei 30 artisti più validi dell’ultimo decennio.
I suoi dipinti sono riconosciuti ed apprezzati in Italia e all’estero, esposti in città come Lecce, Torino, Sanremo, Maranello, Roma, Milano, Venezia, Parigi, Tokio, Cannes, Salonicco, Montecarlo, Berlino, Barcellona, New York, Dubai, Washington, Miami.

La mostra sarà visitabile dall’8 dicembre 2017 al 14 gennaio 2018 tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00, e fine settimana e festivi dalle ore 10.00 alle ore 22.00.

 

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina