Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Museo su Ecologia degli ecosistemi mediterranei

Presso il Faro di Palascia.

Dettagli della notizia

Il Museo su Ecologia degli ecosistemi mediterranei è nato grazie alla proficua collaborazione istituzionale, culminata in un protocollo d’intesa, tra il Comune di Otranto e l’Università del Salento.
Il museo nasce con il duplice intento di diffondere la cultura ecologica e di promuovere la consapevolezza del nostro ruolo biologico come specie in grado di modificare, nel bene e nel male, gli equilibri, i beni e i servizi degli ecosistemi.
Il museo è aperto a mostre virtuali naturalistiche e scientifiche, ma può ospitare esposizioni di fotografia, pittura, archeologia, in cui vengano descritte o raccontate storie su specie e interazioni ecologiche alla base del funzionamento degli ecosistemi mediterranei. In altri termini, l’obiettivo delle mostre è associare strumenti di descrizione della natura, propri della scienza e della più avanzata ricerca in campo ambientale, a strumenti propri dell’arte e della storia dell’uomo.
E’ allestita una mostra su Lagune e sviluppo delle società nel Mediterraneo, che descrive il processo coevolutivo realizzatosi nel bacino del Mediterraneo tra l’uomo e questa particolare tipologia di ecosistemi acquatici. All’interno della mostra vengono presentati alcuni dei più importanti sistemi lagunari del Mediterraneo – dalla laguna di Venezia a quelle di Amwrakikos, dalle lagune di Roma al Mar Menor, dai Laghi Alimini alle lagune del delta del Po – dei quali vengono descritti alcuni aspetti fondamentali, quali l’uso sostenibile mantenuto per secoli dalle comunità locali, le bellezze naturalistiche, i fattori attuali di rischio che ne minacciano la salute, le iniziative di protezione e recupero.
Ai giovanissimi visitatori, il Museo offre un percorso interattivo di divulgazione scientifica su tematiche ecologiche.

“Si tratta di una splendida occasione per aprire il Museo a territori e collaborazioni più ampie, in linea con la sua missione”, dice il Prof. Alberto Basset, Direttore del Museo su Ecologia degli ecosistemi mediterranei. “In questa ottica, si inserisce la collaborazione con LifeWatch che arricchisce il Museo con la sua ampia rete internazionale di iniziative e progetti dedicati alla diffusione di una cultura ecologica. Il Museo si appresta ad ospitare mostre multimediali, attività di ricerca, convegni scientifici e momenti dedicati alla didattica e alle scuole”.

Il Museo è visitabile, al momento, solo su prenotazione scrivendo a museoecologia.palascia@unisalento.it  

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina