Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Visioni a Sud

La Torre Matta di Otranto, dal 24 maggio al 1° novembre 2017, ospita Visioni del Sud. Fotografie di Giuseppe Palumbo, una mostra-laboratorio itinerante promossa dall'Istituto di Culture Mediterranee (ICM) che mira a far conoscere e valorizzare l’archivio fotografico di Giuseppe Palumbo, grande intellettuale e studioso di inizi Novecento, autore di una collezione di oltre 1700 immagini, donata dall’autore al Museo Sigismondo Castromediano di Lecce. Un’opera monumentale, dallo scorso anno oggetto di esplorazione, studio e rielaborazione da parte del laboratorio creativo Big Sur, a cui si deve l’ideazione del progetto espositivo che sarà inaugurato mercoledì 24 maggio all’interno del suggestivo spazio architettonico del torrione otrantino alle ore 18.30.
Le installazioni fotografiche, che abitano gli ambienti della fortificazione sul mare, sono un’occasione per immergersi nell’immaginario di Giuseppe Palumbo, uomo di lettere e d’azione come dimostra la sua prolifica attività divulgativa. All’interno della mostra ricca di metapercorsi e approfondimenti, un focus specifico sarà dedicato alle Marine di Terra d’Otranto e all’installazione "Sedici scatti luminosi", frutto di una ricerca accurata di immagini pescate nel mare magnum di immagini prodotte da Giuseppe Palumbo in cinquant’anni di infaticabile attività. "Sedici su millesettecentoquaranta", tra le immagini più riuscite per composizione, varietà dei soggetti, a testimonianza del Salento della prima metà del Novecento e della sensibilità artistica di un autore dall’occhio attento, che mirava sempre a tutelare i beni comuni e della filosofia che muoveva la sua fotocamera. L’installazione rappresenta un approccio giocoso e non formale di intervento e valorizzazione degli archivi storici. Un incontro tra la pratica meccanica e chimica della fotografia di ieri e l’elaborazione cromatica digitale di oggi. Quasi un matrimonio pop, celebrato dal gusto personale dei curatori della mostra.
Visioni del Sud si presenta ai visitatori come un’indagine in progress, materia viva di esplorazioni e di ricerca, in cui aspetti privati e pubblici di Giuseppe Palumbo si leggono nei documenti inediti realizzati dal regista Paolo Pisanelli, come il video "Memorie di Anna" che raccoglie l‘appassionata testimonianza della figlia Anna Palumbo, e l’audio-doc dedicato all’opera dell’autore presentato dalla studiosa e critica d’arte Ilderosa Laudisa. Sarà emozionante poter ascoltare la voce dello stesso Palumbo, ritrovata nella registrazione di un programma radiofonico del 1954.
La mostra intende offrire un punto di vista originale sull’opera del fotografo-scrittore: una scelta che mira alla reinterpretazione e ri-elaborazione del prezioso patrimonio archivistico tanto nella colorazione delle immagini e nell’utilizzo di lightbox, quanto nel progetto espositivo di Francesco Maggiore e Efrem Barrotta che sfrutta la suggestiva visione zenitale offerta dal doppio volume della Torre Matta e suggerisce un nuovo sguardo su un archivio “aperto” e, come nel desiderio dello stesso fotografo, destinato alla fruizione pubblica.
Visioni del Sud ospita negli spazi della Torre Matta l’installazione "Archivi di luce" di Maurizio Buttazzo, realizzata con oggetti polimaterici e di recupero che si innestano alle immagini fotografiche dell’Archivio Palumbo. Completano la mostra laboratori, attività espositive e bikescape, realizzati in collaborazione con artisti, fotografi, musicisti e realtà culturali attente ai temi sociali e ambientali, espressione della volontà di fare luce su ulteriori aspetti che investono la poliedrica figura di Palumbo, che fu sempre un attento custode dei beni comuni profondamente innamorato della sua terra.
Il calendario degli eventi promossi nell’ambito di Visioni del Sud sarà a breve diffuso sul sito dedicato all’evento espositivo www.visionidelsud.it.
La Torre Matta sarà anche sede di un bookshop con le produzioni editoriali, curate dal laboratorio Big Sur, che riproducono alcune delle più belle immagini dell’archivio Palumbo.

L’opening è previsto mercoledì 24 maggio, alle 18.30.

Visioni del Sud è un progetto di Istituto di Culture Mediterranee, Big Sur, Associazione Cinema del reale e OfficinaVisioni, sostenuta da Regione Puglia, Unione Europea, Comune di Otranto in collaborazione con l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia di Roma, i Comuni di Corigliano d’Otranto e Calimera e con il patrocinio del Distretto Produttivo Puglia Creativa.

ORARI
Maggio / Settembre / Ottobre
ore 10.00 / 19.00
Giugno / Luglio / Agosto
ore 10.00 / 24.00

BIGLIETTI
Acquistabili presso il bookshop della Torre Matta e presso la biglietteria del Castello di Otranto.
Intero: 5 €
Ridotto: 3 € per gruppi composti da almeno 10 persone, per bambini e ragazzi da 6 a 14 anni, scolaresche, possessori Otranto Card
Ingresso libero: minori di 18 anni in visita con i genitori, 0-6 anni, disabili e un accompagnatore, guida turistica con patentino (con gruppo), giornalisti accreditati

INFO
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
cell. 347 1040009
0836 210094

Quando

Da 24.05.17 (h. 00.00) a 01.11.17 (h. 00.00)
Torna a inizio pagina