Cinque Vele alla Città di Otranto anche quest'anno

"Per vivere appieno le bellezze del nostro territorio bisogna passare a una mobilità lenta" (Sindaco Cariddi).

Il Sindaco a Bari

Dettagli della notizia

Presentata questa mattina a Roma, nel Palazzetto Mattei in Villa Celimontana, sede della Società Geografica Italiana, e in contemporanea a Bari nella sede di Legambiente, la pubblicazione “Il mare più bello – Guida Blu 2019” del Touring Club Italiano di Legambiente, giunta alla diciannovesima edizione.
Con l’occasione sono state evidenziate le località costiere più pulite e attrezzate turisticamente. Otranto conferma anche quest’anno la sua posizione in vetta alla classifica, vedendosi assegnate le “Cinque Vele”.

Gli amministratori otrantini hanno sempre a cuore l’ambiente e, durante tutto l’anno, promuovono una serie di iniziative volte alla sua salvaguardia e alla sensibilizzazione: pulizia dei fondali, delle coste e delle spiagge, in collaborazione con Legambiente e altre associazioni presenti sul territorio; Marevigliati, Giornata della Terra, Festa dell’albero, Puliamo il mondo, Se butti male finisce in mare, i Paladini della Terra, Sporchiamoci le mani.

Il Comune di Otranto ha sottoscritto “l’opzione verde” che garantisce la fornitura elettrica esclusivamente da fonti rinnovabili per uffici comunali, scuole e tutti gli immobili comunali gestiti dall’Ente.

Il Sindaco Pierpaolo Cariddi, presente a Bari questa mattina, ha precisato: “Le azioni di tutela del nostro patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, fondamentali per preservare contesti che garantiscono un’alta qualità della vita dei residenti, sono diventate anche indispensabili per costruire un’offerta turistica esperenziale ai tanti ospiti che giungono a Otranto anche nei periodi dell’anno non propriamente ‘balneari’. Per vivere appieno le bellezze del nostro territorio bisogna però passare ad una mobilità lenta: è su questo progetto strategico che stiamo lavorando per arrivare nel tempo ad avere una pista ciclabile in sede propria che colleghi la zona degli Alimini a nord (zona dei lidi), fino al borgo marinaro di Porto Badisco a sud (Faro di Palascia, Grotta dei Cervi, Parco). Abbiamo già adottato il nostro biciplan e stiamo presentando progetti specifici che metteranno a sistema, valorizzandole, tutte le bellezze del nostro territorio nel rispetto dei valori ambientali”.

“Un percorso virtuoso intrapreso che non può arrestarsi”, ha dichiarato Mimina De Donno, Assessore all’Ambiente del Comune di Otranto, presente oggi a Roma. “Le Cinque Vele sono il meritato riconoscimento di un lavoro di squadra che ha coinvolto istituzioni, operatori del settore turistico e cittadini tutti. Questo riconoscimento, infatti, non viene assegnato solo per le acque pulite e cristalline, ma anche per la qualità dei servizi offerti, gestione dei rifiuti, qualità degli ambienti di vita e rispetto del patrimonio artistico. Pertanto, solo una comunità matura e consapevole può rendersi artefice del raggiungimento di questi ambiziosi obiettivi. Nel 2019 l’impegno del Comune di Otranto verso il tema della sostenibilità si è focalizzato, tra le altre cose, sulla lotta allo spreco alimentare. Assieme al laboratorio De-LAB abbiamo patrocinato un’iniziativa per sperimentare l’uso della foodie bag compostabile in 30 ristoranti che hanno aderito gratuitamente al progetto”.

Immagini della notizia

Il Sindaco a Bari
L'Ass. De Donno a Roma

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su